Cosa fare in città se sei un tifoso della Juve?

Cosa fare in città se sei un tifoso della Juve?

- Categorie : Stile

Il legame tra il tifoso e una squadra di calcio è qualcosa di sacro e imprescindibile. Non si può spezzare mai, neanche quando i risultati sul campo non arrivano. Rischiando di risultare blasfemi ed esagerati, può essere considerato anche più stretto, talvolta, del legame marito e moglie, tanto per dire. Il tifoso della Juve ha vissuto anni bui in un passato recente, fatto di molte più delusioni sportive e molte meno soddisfazioni.

I tifosi bianconeri ricordano benissimo gli anni dei settimi posti in classifica e della Serie B post-calciopoli. Il momento indubbiamente più basso della gloriosa e vincente storia che contraddistingue la compagine torinese. Ma da lì la società degli Agnelli ha avuto la forza di rialzarsi e di consolidarsi a livello europeo e mondiale come una delle più grandi squadre e società, anche se i successi proprio a livello europeo stentano ad arrivare, ma quella è un’altra storia.

Oggi la Juve è una squadra ricca di storia e di fascino, alimentata negli anni da tanti successi sul campo, soprattutto nel territorio calcistico italiano. Una nomea che non si è mai spenta negli anni, anzi, è aumentata a dismisura e certificata dagli 8 scudetti consecutivi vinti. 

Un regno incontrastato che ha radici lontane, affondate nello sviluppo di un merchandising e di un marchio sempre più seguito a tutti i livelli. Da questo punto di vista, l’avvento dello Juventus Stadium è stata un’autentica spinta che ha avuto il suo peso e la sua consistenza negli anni. Uno stadio divenuto di fatto un vero e proprio museo di cui godere.

Visitare lo Juventus Stadium

Il tifoso della Juve che si ritrova a Torino, oltre alla partita di calcio, ha anche altre attività da portare a termine e che gli consentono di vivere a pieno, a 365° l’esperienza bianconera. Visitare lo Juventus Stadium è possibile grazie ad una serie di iniziative messe in piedi dalla stessa società. Si comprano i biglietti del Museum tour tramite sito ufficiale attraverso cui si può riscoprire la storia bianconera, visitando le aree più esclusive dell’Allianz.

Con un biglietto unico si accede anche all’area media dove si fanno le interviste e le conferenze stampe, agli spogliatoi per toccare con mano il luogo in cui si ritrovano i giocatori e tanto altro. Un itinerario che comprende anche il museo della Juve e gli esercizi commerciali. Un tour completo all’interno di un impianto sportivo di ultima generazione, come ce ne sono tanti in giro per l’Europa.

Assistere ad una partita della Juve

La partita della Juve allo Juventus Stadium rappresenta l’attrazione maggiore per il tifoso bianconero. Quando si va allo Stadium è un po’ come andare a teatro per l’atmosfera che si viene a creare, anche se lo spettacolo, tra gioco di luci e gioco sul campo, è garantito a prescindere. Di solito si vince sempre e quindi si esce sempre soddisfatti dall’impianto.

Se volete godere a pieno della partita, vi consigliamo di acquistare il cuscino da stadio della Juventus. Pratico e facile da utilizzare. Morbido e soffice, di forma classica quadrata, permetterà un’esperienza visiva ancora più rilassante, come se stesse proprio a casa vostra davanti alla tv. Tra unabandiera della Juve bianca o nera che sia a portata di mano, si può inserire tranquillamente un cuscino dietro la testa per essere ancora più rilassati.

Cuscino da stadio Juventus

Visitare lo Juventus Training Center

Lo Juventus Training Center è il centro sportive di riferimento della Juve, dove si disputano le partite di allenamento, di esibizione e gli allenamenti stessi. Un luogo dove si ritrovano tradizione e innovazione allo stesso tempo, essendo i giocatori costantemente monitorati e allenati tramite apparecchiature e attrezzi da palestra di ultima generazione. Vedere gli allenamenti alla Continassa è particolarmente semplice, approfittando di offerte esclusive e inclusive proposte tramite la società.

Presentarsi con il cappellino della Juventus e la sciarpa della Juventus può rendervi maggiormente appariscenti e magari un Cristiano Ronaldo o un Pjanic sceglieranno proprio voi per farsi un selfie insieme.

Cappellino della Juventus

Visitare il Museo della Juventus

Il museo è la parte più artistica, se così vogliamo definirla, riconducibile ad una squadra di calcio. Lì dove sono custoditi con cura trofei, bacheche e oggetti particolari del passato, nella fattispecie, bianconero. Dunque, il vero tifoso bianconero deve visitare il museo della Juve almeno una volta nella vita, un po’ come La Mecca. Con un biglietto unico si può godere sia della bellezza dello Juventus Stadium che del museum stesso. Il biglietto di certo non è proprio accessibile economicamente a tutte le tasche, ma ne vale assolutamente la pena.

Visitare Piazzetta Vittime Heysel

Il luogo rievocativo per eccellenza del tifoso della Juve è l’Heysel. Il famosissimo, aggiungiamo purtroppo, stadio in cui morirono 39 persone durante una partita. In memoria di ciò, nel quartiere Borgo Dora di Torino è stata intitolata una piazzetta proprio in nome di queste vittime, a 35 anni di distanza da quel triste evento. Visitare questo luogo è un modo commemorativo per riflettere sulla vita e sulle opportunità che essa ci offre ogni giorno. Vale non solo per i tifosi della Juve, ma per tutti i tifosi di calcio.

In un periodo di sconvolgimento totale delle nostre vite dettato dal cosiddetto Covid 19, può essere utile per i tifosi della Juve rivivere vecchie emozioni e, non potendo visitare certi luoghi storici, rivedere magari vecchi filmati del passato, più o meno recente, che attestato i successi di questa grande squadra. 

Una grande squadra, in questo caso, si vede soprattutto da un grande stadio. Uno di quelli che consente di vivere non soltanto dell’evento sportivo, ma anche di altro tra iniziative ed esercizi vari. Un’esperienza a tutto tondo da vivere fino in fondo. In Italia ci siamo arrivati tardi, ma alla fine ci siamo arrivati. Sulla scia della Juve, altre squadre si stanno attrezzando con la costruzione e l’abilitazione di stadi confortevoli e comodi sotto tutti i punti di vista. Uno stadio teatro, ma non fino in fondo per non perdere la scintilla creativa e trascinante del tifo, più o meno organizzato.

Condividi