Come vestirsi per giocare a calcio?

Come vestirsi per giocare a calcio?

- Categorie : Stile

Lo sport è una componente essenziale della nostra vita. Aiuta il corpo e anche lo spirito. Fa bene a tutti i livelli e ci consente di avere qualche attimo di distrazione dal caos di vita quotidiana. Ma anche per fare sport c’è bisogno del vestito migliore da indossare. Un po’ come andassimo ad un evento di gala, ma naturalmente in tono meno sfarzoso ed elegante. Nel momento in cui si pratica sport, a tutti i livelli, c’è da stare ben attenti all’abbigliamento da indossare e sceglierlo con molta cura. Un aspetto spesso e volentieri sottovalutato, ma di cui tenere conto. Come vestirsi in campo per una partita di calcio? Presto detto.

Cosa serve ad un giocatore di calcio per vestirsi? Il kit completo

Può sembrare banale, ma è bene ribadire con dovizia di particolari l’abbigliamento necessario per giocare una partita di calcio. In primo luogo, il kit del calciatore perfetto prevede la maglietta della propria squadra di appartenenza da indossare o un’altra a seconda del colore rappresentativo. Deve essere, inoltre, unamaglia che prevenga efficacemente la sudorazione, favorendo la traspirazione, oltre che la libertà nei movimenti e nella corsa. Altra funzione fondamentale è proteggere la pelle da eventuali irritazioni.

Il pantaloncino deve essere abbastanza corto, ma non troppo. Largo e comodo allo stesso tempo per consentire un’apertura delle gambe e un’areazione tale da non subire strappi quando si calcia il pallone. Si può anche utilizzare una tuta sportiva se si vuole coprire completamente le gambe. Avere calzettoni poco al di sopra delle scarpe abbinati ai parastinchi previene da eventuali traumi discorsivi e infortuni di altro tipo.

Le scarpe rappresentano la componente fondamentale per un calciatore. Cambiano a seconda delle circostanze, ma devono consentire in primis una comodità di calcio da parte del piede. I tacchetti sono funzionali ad evitare scivolamenti durante il gioco, soprattutto quando si compiono movimenti rapidi e improvvisi con e senza palla. A calcetto, ad esempio, sono consentite anche le scarpe da ginnastica, purché il campo non sia in erba.

Abbigliamento per giocare a calcetto

Cosa mettere nel borsone per il calcetto? Abbiamo già detto che maglia da gioco, pantaloncini, calzettoni e scarpette sono elementi indispensabili. Queste ultime possono fare la differenza tra una buona prestazione e una pessima prestazione poiché non incidono poco, anzi. La differenza da questo punto di vista può farla il terreno di gioco, ma anche le scarpe.

Le scarpe adatte per il calcetto – La differenza sostanziale di cui tenere conto nella scelta delle migliori scarpe da gioco per calcetto sta nella suola. Ogni scarpa presenta dei tacchetti adatti a vari tipi di campi e condizioni meteorologiche. Le scarpe cosiddette TF o turf sono ideali per un campo di calcetto in erba sintetica. Hanno tacchetti piccoli e morbidi che garantiscono trazione durante lo scatto. Le scarpe da calcetto indoor sono per il futsal, una variante del gioco praticata su parquet o superficie in cemento invece che sull’erba. La suola è piatta e realizzata tendenzialmente in gomma. 

Le scarpe Firm Ground sono ideali per terreni compatti e hanno tacchetti della misura da 11 a 15. Le scarpe Hard Ground e Multi Ground si adattano a campi naturali e sintetici. I tacchetti sono in numero maggiori, ma meno duri. Quelle AG (Artificial Ground) vanno indossate su terreni in erba sintetica e si distinguono per tacchetti più piccoli. Infine, le scarpe SG PRO, cosiddette Soft Ground si indossano su campi fangosi al fine di garantire una maggiore stabilità del corpo. Si compongono di un numero minimo di 6 fino ad un numero massimo di 8 tacchetti fissi o staccabili.

È importante scegliere la scarpetta giusta che calzi per il proprio piede al fine di ottimizzare coordinazione, cambi di direzione, scatti e precisione di gioco. Ma possono esserci anche risvolti negativi se la scelta non viene ben ponderata e le conseguenze si traducono in gonfiore ai piedi, alle caviglie, dolori articolari e tanto altro.

Abbigliamento per giocare in un torneo di calcio

Il torneo di calcio, specialmente durante la settimana, può essere un valido motivo per sviare dalla vita di coppia o dallo stress del lavoro e fare qualcosa di veramente immersivo e rilassante. Come vestirsi in questo caso? Essendo un torneo generalmente non basta indossare la maglia della squadra del cuore, ma ci si affida ad una maglia che sia a colore unico per tutta la squadra. Maniche lunghe o maniche corte a seconda delle stagioni naturalmente. Magari con casacche o sovramaglie al seguito. Giocare in una giornata calda o in una più fredda naturalmente diversifica le prestazioni in campo e, di conseguenza, l’abbigliamento. Se fa caldo, sono più che sufficienti pantaloncini e una t-shirt della squadra di calcio preferita. Pantaloni della squadra preferita e maglia a maniche lunghe, invece, calzano a pennello per temperature più fredde.

Capita spesso e volentieri di prendere parte a tornei che durano diversi mesi, soprattutto di inverno, e dunque bisogna coprirsi un po’ di più. Diventa fondamentale da questo punto di vista indossare un completo a strati. Da evitare assolutamente materiali di cotone che tendono ad accumulare acqua e sudore. Maggiormente consigliabile usufruire di materiali sintetici perfetti per la traspirazione. 

La felpa di una squadra di calcio può considerarsi un ottimo rimedio per coprire lo strato intermedio del proprio corpo. C’è persino chi indossa un k-way quando gioca a calcio, ma è solo per veri temerari e amanti del rischio. 

Abbigliamento calcio per l’inverno

L’inverno è da sempre una delle stagioni in cui avviene il numero maggiore di partite, non soltanto a livello professionistico. Come abbiamo detto in precedenza, il giusto abbigliamento allenamento calcio riduce i rischi di malanni e infortuni di tipo muscolare. Importante anche munirsi possibilmente di guanti, cappelli e scaldacolli. Esiste un rischio di congelamento per le mani e di malori per la testa. In questo senso, il materiale di un cappellino eventuale deve traspirare, altrimenti rischiate di sudare anche dalla testa. E poi basta anche un vento gelido per bloccare la circolazione delle mani e causare dolori atroci.

Meglio ancora se si hanno le calze termiche per proteggere i piedi dal freddo pungente. Tutto ciò allo scopo di consentire una partita gradevole e salutare tra amici e non anche sotto la pioggia ad esempio. Per questo gli accessori hanno un’importanza non da poco per chi vuole giocare a calcio. Lo si può fare anche a temperature rigide, ma senza calzamaglia e scaldamuscoli si corrono tanti rischi.

L’abbigliamento perfetto per un portiere di calcio

Il portiere, si sa, è un ruolo totalmente a parte rispetto agli altri. Gioca maggiormente con le mani e meno con i piedi. Per questo motivo necessita di un abbigliamento alternativo rispetto al giocatore inteso in senso classico. Tendenzialmente il numero 1 indossa una divisa che lo distingue dagli altri, anche per una questione di regolamento. È sottoposto ad uno stress in campo maggiore sia nella partita che nell’allenamento, dovendo affrontare dure sessioni e sollecitazioni estreme di determinate parti del corpo, soprattutto le gambe. Il tuffo è il suo mestiere, ma è bene sempre utilizzare materiali protettivi per non farsi troppo male. Maggiore è l’attitudine al ruolo, minori sono i rischi di infortuni di natura traumatica da cui proteggersi.

Il portiere del calcetto si distingue rispetto al portiere del calcio a 11, non solo nel ruolo, ma anche e soprattutto nella fisionomia identificativa. Quello Futsal, ad esempio, utilizza le gomitiere e le ginocchiere, come un giocatore di pallavolo. Questo perché le parti più esposte sono le articolazioni di gomiti e ginocchia che quindi hanno bisogno di protezione. La maglia è ben imbottita, ma dipende dalle valutazioni personali. Le protezioni sui fianchi rappresentano un surplus, secondarie rispetto alle protezioni sulle ginocchia.

Per quanto riguarda il portiere di calcio a 11, la protezione sui fianchi diviene aspetto imprescindibile. La porta da coprire è molto più grande e ci si deve tuffare anche in misura maggiore. Ecco spiegato il motivo. La maglia con protezioni o sottomaglia imbottita sono essenziali, ma possono anche essere rimossi durante una partita se le condizioni di gioco lo consentono.

Lo stile incontra lo sport, l’agonismo, la competizione. Ogni giocatore, anche colui che va a giocare durante la settimana la classica partitella con gli amici, deve vestire bene. Per questo il completo da gioco non è qualcosa di banale, ma va ponderato bene. Che sia l’abbigliamento della squadra di calcio preferita o un vestiario scelto puramente a caso, l’importante è agevolare la comodità del proprio corpo per beneficiarne nelle prestazioni. Giocare a calcio è vita. Indossare l’abito giusto è sempre meglio, anche se l’abito non fa il monaco neanche in questi casi. Almeno così dicono.

Condividi